martedì 6 novembre 2012

Quanti modi di fare e di rifare "le lasagne di panissa con broccoli e pecorino romano"

....."Si portami anche pecorino romano, broccoli e farina di ceci"- diceva la moglie al marito. 
"Farina di ceci!!! Non esiste in Germania"- rispondeva il marito
"Come non esiste e con cosa la faccio la Panissa!"
"La Pa....cosa"- Era evidente che si avvicinava il 6 del mese e la moglie cucinava sempre novita`....

Dopo tanto girare drogherie, prodooti tipici e naturali, abbiamo realizzato che la farina di ceci si trova comunemente al super, perche` qui sono pazzi di Falafel (ma questa e` un altra ricetta), quindi basta guardare sullo scaffale giusto dell'EDEKA (noto supermercato tedesco), farsi la spesa da sola, e.....tornare a casa con kichererbsenmehl (letteralmente sarebbe farina di piselli che ridono o meglio ridacchiano, pensa un po tu sti tedeschi coi ceci.....), un bel pezzo di pecorino romano, che all'EDEKA c'hanno anche quello sardo e quello al tartufo...che quasi quasi li ho anche comprati,
e con un broccolo romanesco.....
che i broccoli olandesi lo guardavano in cagnesco.....

Quindi per "Quanti modi di fare e di rifare" questo mese prepariamo
Le lasagne di panissa con broccoli e pecorino romano seguendo questa bella ricetta di nanocucina che  unisce broccoli saltati salentini alla panissa ligure....io la panissa non l'avevo mai, manco sentita nominare prima di leggere questa ricetta, al massimo conoscevo la farinata.....che buona...
e provo a farla qui in Essen....
 inserendo definitivamente la farina di ceci nella mia dispensa.....
Copio letteralmente dal blog di nanocucina con i miei commenti in rosso....

ingredienti per 4 porzioni piccole
per la panissa
150 g di farina di ceci
500 ml d’acqua tiepida
sale
poco olio EVO

per il condimento
1 broccolo io romanesco
1 spicchio d’aglio
2 acciughe sott’olio
peperoncino qb

per la besciamella
400 ml di latte intero
1 cucchiaio e mezzo di farina 00
sale
30/35 g di pecorino romano grattugiato (anche di piu`)
Preparate la panissa: in una pentola antiaderente stemperate la farina di ceci con due cucchiai di olio EVO e l’acqua tiepida, versandola poco alla volta e mischiando bene perché non si formino grumi. Accendete la fiamma al minimo e fate cuocere la panissa per una mezz’ora. 
Mescolate ininterrottamente e vigorosamente, stando bene attenti che non si attacchi (si attaccherà comunque, è una missione persa in partenza, ma potrete dire di averci provato).
Non possedendo una pentola antiaterente ho usato un wok....chiedo venia ai liguri, ma devo dire che ha funzionato,
inoltre ho fatto la panissa la sera prima e l'ho conservata in frigo.....
Una volta pronta versatela in un contenitore rettangolare leggermente unto, lasciatela intiepidire e tagliatela a fettine sottili, cercando di non mangiarne metà durante l’operazione.
Diciamo che questa era un avvertenza inutile,  perche` come si fa a non mangiarne....e venuto perfino il marito ad assaggiare questa farina di piselli che ridono....
Nel frattempo lavate e cimate il broccolo e scottatelo 5/10 minuti in acqua bollente. Scolatelo bene, lasciatelo asciugare qualche minuto, tritatelo grossolanamente e soffriggetelo in padella con l’olio, il peperoncino, l’aglio schiacciato e i due filetti di acciuga.
Il romanesco in questione mi guardava singolo ed invidiato dai tanti broccoli olandesi li a fianco, per cui l'ho preso bollito intero e condito come da ricetta....
Ci avrei visto dei pinoli tostati in questo condimento .....ma me li sono scordati....
Preparate la besciamella: mischiate la farina con poco latte, battete bene con le fruste e aggiungete il resto degli ingredienti tranne il pecorino. Fate cuocere a fuoco lento fino a raggiungere la consistenza desiderata (non troppo densa, in questo caso). Spegnete e aggiungete il formaggio grattugiato, lasciandone da parte un paio di cucchiai ed io noce moscata
Bella questa besciamella senza burro, l'adottero`....
Rivestite con uno strato di panissa una pirofila leggermente unta delle dimensioni di circa 21×16 cm, cospargete con qualche cucchiaio di broccoli, dai quali avrete eliminato l’aglio, distribuendoli bene, e ricoprite con metà besciamella. Formate un secondo strato, cospargete di pecorino, aggiungete qualche fiocco di burro (omesso, mentre il pecorino era abbondante ed ho salvato anche qualche fiocco di broccolo....) 
e informate in forno preriscaldato a 200° per una quarantina di minuti, o finché la superficie non sarà dorata.
Servite BOLLENTE. In realta` mentre facevo le foto si e` intiepidita......

L'abbiamo mangiata domenica scorsa accompagnata da una insalata e da vitello tonnato..... e devo dire che il marito ha gradito moltooooo....Hai visto sti piselli che ridono.....
@@@@@@
Consultando la biblioteca di casa ho scoperto, troppo tardi, che si chiama anche paniccia e che e` ottima ripassata in padella con olio EVO e cipolla o 
come leggo Paniccia all'uso d'Oneglia con la salsiccia i pinoli e le bietoline.....da provare
...alla prossima

38 commenti:

  1. Mi scuso per il ritardo ma litigo sempre con la programmazione dei post....
    francesca

    RispondiElimina
  2. Buongiorno cara Francesca
    Che meraviglia...anche stamattina, nelle cucine delle mie amate Cuochine si diffondono aromi invianti e golosi! Grazie per averci preparato questa stupenda versione delle lasagne di panissa!
    A ritrovarci il 6 di dicembre con i “Mostaccioli napoletani”!
    Un abbraccio
    La Cuochina

    PS. Ma la tua programmazione è stata perfetta!! ;)))

    RispondiElimina
  3. oddio il broccolo romanesco!!! ti adoro!!!
    beata te che la farina di ceci la trovi al supermercato, io me la sono dovuta macinare da sola.
    bellissima la presentazione. buona giornata

    RispondiElimina
  4. Ciao Francesca, queste lasagne sono proprio un bel vedere, questa panissa la devo fare, mi piace la farina di ceci. Ciao.

    RispondiElimina
  5. Sei veramente fantastica! tu guarda come hai interpretato meravigliosamente bene questa ricetta!!!! brava brava!

    ps. ti copierò l'idea della wok, appena rifaccio la panissa!

    RispondiElimina
  6. wow!certo non è facile! fortuna che ci sei riuscita :) accompagnata alla salsa di vitello tonnato beh non c'è che dire! non avrei mai pensato alla wok per cucinare la panissa! ciao cara ottima!!

    RispondiElimina
  7. sei stata bravissima a trovare tutto, il risultato è una bellissima versione...ciao carissima

    RispondiElimina
  8. Fanno proprio gola... per non parlare della paletta con la scritta... stupenda!
    Ciao e buon lavoro!

    RispondiElimina
  9. Allora adoro la panissa... adoro la broccolata... se uno + uno fa due.... questa ricetta mi dice MANGIAMI!!!!

    RispondiElimina
  10. Troppe belle ! Sostituisco il pecorino con uin po' di Gomasio e ti seguo a ruota. Grazieeeee!
    Smack. Kat

    RispondiElimina
  11. Accidenti!!! Che disposizione meraviglisaa.... io le ho trovate stupende queste lasagne di panissa!
    Sandra

    RispondiElimina
  12. Voglio anch'io la farina di piselli che ridono!! Ho dovuto macinare i ceci col macina tutto..e siccome preparando la panissa ho avuto la bella idea di fare anche delle panelle siciliane, adesso è tutto un macinare! Spero che il mio vecchierello aggeggio non vada in mille pezzi!
    La tua versione è a dir poco stupenda e golosissima col broccolo romano! Da rifare prestissimo!
    Grazie cara un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Super super complimenti....

    RispondiElimina
  14. ciao Francesca, anch'io vado spesso a fare la spesa all'EDEKA ma la farina di ceci non l'ho mai trovata, forse non ho cercato bene! dev'essere un piatto molto particolare, complimenti e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kichererbsen Mehl Bauck HOF pacchetto da 350g.....
      ciao francesca

      Elimina
  15. ciao Francesca
    e pensa che io pensavo che la panissa fosse il soprannome della cuoca!!! O_O ahahahah
    molto curiosa questa ricetta!!
    bacioni cara che fa lì fa già freddo? qui siamo ancora a mezze maniche o quasi e mi sono stufata se no l'albero e il presepe che lo faccio quest'anno sulla spiaggia?????? ^____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non fa poi tanto freddo ma e` di un grigiooooo infinito....tentero` di farmene piacere qualche sfumatura!

      Elimina
  16. Ciao Francesca, mi fai morire, ma veramente mentre la cucinavi l'hai mangiata metà? Io essendo la prima volta non ho avuto coraggio di mangiarla scondita :-)

    RispondiElimina
  17. ciao Francesca,
    ci siamo divertite a leggere il tuo bellissimo post!
    La panissa ti è venuta benissimo e anche noi ...apine ignoranti
    non l'avevamo mai fatta.
    Bello l'entusiasmo che riesci a trasmette insieme a tanta bella energia.
    COMPLIMENTISSSSIMI!!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  18. Ma sai che anche qui, nella lontana Asia si trova il broccolo romano? Ma tutto il resto è difficile!! :D
    I ceci interi si trovano, la farina di ceci no! Ma io ce l'ho nel freezer perché l'ho comprata in Italia l'anno scorso e non mi va che diventi vecchia, per il resto.... si fa del proprio meglio :))))
    Bellissima presentazione e foto stupende
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  19. ma che bello, alla fine hai trovato un angolino d'italia anche in germania e la tua ricetta è favolosa, un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Non capisco come mai alcune volte vengo posseduta dalla Cuochina di "quanti modi di fare e rifare", mi toglie le parole di bocca :))))
    Riconfermo anch'io che hai fatto una versione ultra, ed anche le foto sono stupende.
    Baci ed alla prossima

    RispondiElimina
  21. Da vera ligure adoro la farina di ceci... soprattutto sotto forma di farinata. Questa ricetta però proprio non la conoscevo! Ho appena comprato della farina di ceci (Kichererbsen, è sipatico questo nome, vero?) e magari provo a farla.

    Saluti cari e grazie per questa bella ricetta illustrata e accompagnata da simpatici indicazioni...

    A presto
    Cinzia

    RispondiElimina
  22. Ciao Francesca, piacere di conoscerti, appena il pc mette giudizio mi metto tra i tuoi followers, intanto complimenti per la tua realizzazione della lasagna, molto invitante con il broccolo romanesco. Un abbraccio a presto, se ti va passa da me

    RispondiElimina
  23. "La farina di piselli che ridono" è troppo simpatica!

    RispondiElimina
  24. Ciao Francesca!
    Molto bella la presentazione delle tue lasagne! Non ricordo di aver visto il broccolo romani in Grecia... La farina di ceci che ho trovato qui è ... tedesca, confezionata in Grecia... sara senz'altro quella dei piselli che ridono!
    Baci!

    RispondiElimina
  25. Ottima versione! E che belle le tue foto! :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  26. Carissima Francesca, la farina che ride ha reso il tuo piatto di un'allegria unica, certamente i broccoli olandesi avrebbero voluto festeggiare insieme alla farina e al broccolo romano...
    Bravissima, buona serata und gute nacht!

    RispondiElimina
  27. lastufaeconomica7 novembre 2012 00:03

    Veramente belle le tue lasagne, ben confezionate e sembra proprio che ridano, bello anche il tuo modo di essere, bravissima.

    RispondiElimina
  28. ma che foto stupende e quella decorazione sulla superficie le rende pure molto simpatiche! bravissima

    RispondiElimina
  29. Bellissimo il broccolo romano (mai visto in toscana, ma forse mi è sfuggito) e bellissimo oltre che molto divertente il tuo post :) Brava!!!

    RispondiElimina
  30. Dimenticavo: non potevo non iscrivermi tra i tuoi lettori ;)

    RispondiElimina
  31. Non ho mai fatto la panissa! Devo assolutamente! Questa lasagna è troppo invitante! Anch'io credo che d'ora in avanti adotterò la besciamella senza burro...

    A presto,
    Alfonsina

    P.S.: Questa cosa dei piselli che ridono, mi ha fatto molto ridere :-)))

    RispondiElimina
  32. le voglio assolutamente provare, hanno un aspetto molto appetitoso, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  33. Divertente il tuo racconto e molto invitante anche la tua versione!!!

    RispondiElimina
  34. la panissa fatta a lasagna cosi non l'avevo mai vista e devo dire che è molto interessante un ottima alternativa anche per lasagne

    RispondiElimina