giovedì 6 marzo 2014

Quanti modi di fare e rifare "I pici all'aglione"


siamo nella casetta in basso 
in vacanza in Svizzera...
 per il secondo anno a Grimentz.......e si ci piace davvero qui.....
I miei bimbi sfrecciano sulle piste ...
ed io cammino in vetta e cucino per tutti e .... non potevo esimermi dal partecipare ai Quanti modi di fare e rifare di marzo....
mi perdonerete se non sono venuti fuori dei veri pici ma magari con gli attrezzi giusti sarei riuscita a farli simili anche con le mie  farine povere di amidi....


per la vera ricetta dei Pici andate a trovare una Stella tra i fornelli
 la mia e' una versione monoporzione, dietetica e senza amido, ma ricca di glutine

per i pici
2 cucchiai e mezzo di crusca d'avena
2 cucchiai e mezzo di glutine di frumento
1 cucchiaio di crusca di frumento
un pizzico di sale 
acqua quanto ne basta 

per il sugo
un mezzo vasetto di pomodoro
due spicchi d'aglio
sale 


ecco la miscela delle mie farine


da mescolare con poca acqua e lasciar riposare una mezzoretta per dare il tempo alla crusca di assorbire bene l'acqua....
siamo in uno chalet stupendo, con una bella cucina, dove non manca nulla...quasi nulla.....


e quando si vuole fare la pasta fresca senza matterello o nonnapapera uno se la inventa una soluzione :-)


me li perdonate questi pici non proprio sottili vero?
Dovevo osare a tirarli un po' di più.....
Si devono bollire in acqua salata,
con tanto glutine nell'impasto non ce pericolo che scuocino


per il sughetto ho seguito le indicazioni di Stella omettendo di soffriggere....
ho scaldato l'aglio in pentola con un goccio d'acqua, due grossi spicchi ....
aggiunto il pomodoro ...questo..., che me lo sono portato un barattolo....


condito a crudo con un cucchiaino di olio evo e.....
mangiato in veranda...
Ottimi in questi giorni di quaresima....


Ci godiamo le montagne....oggi vado.... sole permettendo a guardarmi uno spicchio di Cervino....sempre che riesca ad arrampicarmi su ...fin su....


e certo che i miei bimbi se la godono alla grande...spericolatissimo il birbone....

33 commenti:

  1. Buongiorno carissima Francesca,
    che meraviglia di foto e che profumino super invitante si odora varcando la porta della tua bella cucina! Non esitiamo un minuto ad accomodarci a tavola ed assaggiare, in compagnia, la meravigliosa, golosa versione dei Pici che hai preparato! Tanti complimenti per la tua bravura e creatività ai fornelli e un grazie affettuoso da Anna e Ornella che ti aspettano il prossimo mese da Carla Emilia per la Torta Pasqualina!
    Un abbraccio la Cuochina

    RispondiElimina
  2. Belli i tuoi pici con la crusca! :)
    Che belle foto di montagna! :)
    Bacioni
    Terry

    RispondiElimina
  3. i pici così non li avevo mai visti, con queste farine intendo! Complimenti! bellissime foto ;-)

    RispondiElimina
  4. ma sai che a me piacciono davvero molto con una forma così rustica e spessa? eppoi chissà che divetimento cercare di inventarsi gli attrezzi giusti per cucinare. un bacione e buona vacanza

    RispondiElimina
  5. Ciao Francesca, certo che le donne in cucina non si arrendono mai! Sei stata bravissima, comunque la bottiglia al posto del mattarello l'ho usata anch'io in qualche occasione.... Magnifico il posto dove stai, ti abbraccio forte forte, a presto

    RispondiElimina
  6. E' vero le donne, sono donne sempre, le mamme poi, senza parlare delle nonne.... complimenti per i tuoi pici un pò rustici e complimenti per la voglia di esserci a questo appuntamento anche in vacanza.
    La vista è meravigliosa

    RispondiElimina
  7. Certo che questi pici gustati con quel panorama.....
    Complimenti!

    RispondiElimina
  8. Devono essere buoni la tua versione di pici.
    Bel posto che avete scelto per le vacanze.

    RispondiElimina
  9. Che bel posto! Sei volenterosa a metterti ad impastare e tirar di sfoglia in vacanza, non è male però fare ingegnandosi con ciò che si ha a disposizione. A me piace l'aspetto ruvido di questo piatto.
    baci Su

    RispondiElimina
  10. Post meraviglioso! Mi mancavi! Buona vacanza qui da noi in Svizzera! Giusto qui "accanto"...

    Saluti cari
    Cinzia

    RispondiElimina
  11. Quando si dice... la necessità aguzza l'ingegno... ahahha... complimenti... sia per i PICI rivisitati che per le magnifiche foto!

    RispondiElimina
  12. Sicuramente è il post più bello del giro delle cucine di oggi, con quello sfondo, quei panorami e quel piattone.....beh 10 e lode!!! sei stata favolosa!!!

    RispondiElimina
  13. Belli i pici così grossi e rustici...e complimenti per lo spirito di adattamento!!!
    Alla prossima!!!

    RispondiElimina
  14. mi fai tornare la fame! so cosa significa essere senza mattarello, ma si rimedia benissimo a quanto pare!

    RispondiElimina
  15. La necessità aguzza l'italico ingegno! Interessanti alla crusca d'avena e quel pomodoro porta il sole sulla neve, alla prossima!

    RispondiElimina
  16. Uno stra meraviglioso scenario - spettacolo per gli occhi ed il palato......!!!!
    P.S. in un recente week end nella maremma toscana, come "souvenir-ricordo" ...ho comperato diversi kg di pici e diversi barattoli di sugo pronto all'agliata artigianali...."Che vergogna " a vedere questo tuo bellissimo post per giunta in vacanza in questo paradiso

    RispondiElimina
  17. Fantastica la tua versione rustica e integrale, complimenti!!!!
    A presto ....

    RispondiElimina
  18. E ...BEH ...Francesca,
    uno spettacolo in tutti i sensi, pici rustici, vette innevate, bambini felici, la bottiglia di necessità... virtù,
    davvero di più non potevi offrire alle cuochine dei Q.M.D.F oggi!
    Grazie e un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  19. Vengo anche io in veranda con te e i tuoi pici ottimi mi piacerebbe assaggiarli !!!!!
    Un abbraccio :-)))

    RispondiElimina
  20. che meraviglia di luogo...verrei di corsa!!! sono un'appassionata montanara, ormai non scio più ma mi pasta la vista di una vetta per ritemprarmi! la tua versione rustica e particolare è davvero insolita ! complimenti per l'impegno il tuo mattarello è davvero da appassionata, non tutti si sarebbero esibiti senza attrezzi! una ola per te! Bravissima!

    RispondiElimina
  21. Dopo il tuo meraviglioso giardino e la tua finestra con le orchidee, questa con vista!
    Forster te l'avrebbe invidiata moltissimo.
    Complimenti per la tua versione e a rileggerci sempre tra ricette e sorrisi :-D

    RispondiElimina
  22. Francesca come si dice, di necessità virtù e mi sembra che te la sei cavata egregiamente molto rustici i tuoi pici :-) Ma mi sono lasciata incantare da queste meravigliose montagne, che paesaggi e che meraviglia il paese sommerso dalla neve... Un bacione

    RispondiElimina
  23. Perdonarti? Perchè non dovrei, io i pici li ho comprati perciò sarei da cacciare, i tuoi sono rustici ma golosi, meravigliose le tue foto panoramiche....ciao luisa

    RispondiElimina
  24. Che bel posticino, mi viene voglia di vacanze in montagna!
    Molto buoni i tuoi pici più rustici non si può!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  25. adoro i pici, quando sono stata a Siena, a novembre scorso, non sai quanti ne ho mangiati, anche all'aglione, ma non li ho mai preparati, anche perchè è un periodo che sono a dieta...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  26. bravissima caspita!!
    sei magnifica a fare i pici....è simpaticissima questa pasta oltre che buonissima!!
    mi sono unita ai tuoi lettori fissi!!
    se ti va di passarmi a trovare e se ti fa piacere ricambiare io ne sarei felicissima!!
    a presto buona serata vale
    ps.bellissimo questo posto!

    RispondiElimina
  27. Hey, very nice site. I came across this on Google, and I am stoked that I did. I will definitely be coming back here more often. Wish I could add to the conversation and bring a bit more to the table,but am just taking in as much info as I can at the moment. Thanks for sharing.

    Mango Juice Manufacturers

    RispondiElimina
  28. Wow! che bel divertimento! Questi pici con la crusca devono essere davvero buoni! Un mega applauso per il super impegno e la fantasia! Davvero complimenti, il piatto è bellissimo e il panorama mozzafiato! Alla prossima!

    RispondiElimina
  29. anche in vacanza la voglia di fare non manca :-)

    RispondiElimina
  30. Che splendido quadretto familiare!
    Cibo e panorama!

    RispondiElimina
  31. Se ve muy delicioso muy tentador lindo paisaje es encantador,abrazos

    RispondiElimina
  32. Ciao Francesca, passo per un salutino e per riempirmi gli occhi con le immagini della montagna e le narici col profumo di questi pici ricchi di sapori buoni, queli della cucina di casa, fatta con pochi attrezzi ma molto amore. Buona settimana.

    RispondiElimina
  33. Francesca, velocemente il mio saluto e per i Pici che ne sono ghiotta mi stimolano proprio con le tue farine, qualche annetto fa il li ho fatti con la zucca nell'impasto ed avevo comprato pure l'attrezzino in Toscana pero' ho é completamente sdentato e non posso più utilizzarlo, ma li faro' anche senza, "imperfetti" a me piacciono tanto!!!

    un 'abbraccio

    RispondiElimina