mercoledì 2 dicembre 2009

Carciofi arrostiti

La domenica mattina capita spesso nei piccoli paesi intorno Napoli di camminare con il naso all'insu` alla ricerca della fonte dell'iresistibile profumo dei carciofi arrostiti, a volte sono banchi di ambulanti che acendono i loro bracieri e vendono i carciofi avvolti nella stagnola, ma spesso sono famiglie che li preparano sulle fornacelle sui balconi o come si fa` a casa mia direttamente sulla brace del camino!
Insomma non e` domenica senza carciofi. 
Si comicia in questo periodo con quelli siciliani per poi proseguire piu` avanti verso la primavera con le mammarelle laziali.
Io ho trovato dei carciofi francesi ed a volte.... ci si puo` accontentare
Carciofi arrostiti
Si lasciano circa due centimetri di gambo e tutte le foglie esterne che proteggeranno il cuore nella cottura.
Si condisce l'interno dei carciofi, tra una foglia e l'altra, con abbondante sale, pepe nero, prezzemolo torto tra le mani ed un generoso spicchio di aglio schiacciato. 
Giusto prima di porli sulla brace si riempie l'interno  fino all'orlo di olio evo. Si cuociono sulla brace 15-20 minuti in dipendenza dalla forza del fuoco.
A casa mia si mangiano dopo averli ripuliti dalle foglie bruciate dalla brace, adagiati su una fetta di pane bianco, staccando via via le foglie  l'olio aromatizzato dalla cottura imbibisce il pane e...che bonta`

Esperienza sublime da ripetere con amici!

10 commenti:

  1. che delizia di profumi e di sapori! essì la domenica mattina è una costante
    ciao

    RispondiElimina
  2. ma che bella questa ricetta e questo modo di cucinare i carciofi!!!!
    Grazie Francesca per avercela proposta e per averci parlato delle abitudini domenicali, a naso all'insù :-) dei napoletani doc!

    Ciao!!!!

    RispondiElimina
  3. a quest'ora leggere un post simile è una TORTURA!!! Anche perché tra che esco dall'ufficio e arrivo a casa...mi ci vorrà almeno un'ora prima di buttar giù un boccone...niente a che vedere comunque con i tuoi deliziosissimi carciofi...dovrò arrostirli anche io...se riesco a fare la spesa!!!! Un abbraccio e ottima ricetta.

    RispondiElimina
  4. Ciao Franci, devono essere buonissimi cotti sulla brace, da provare assolutamente, visto che ormai, il camino acceso fa parte di queste giornate soleggiate, con l'aria frizzante dell'inverno. Grazie, un abbraccio. ;D

    RispondiElimina
  5. adoro i carciofi! i tuoi devono essere buonisssssssssssimi!

    RispondiElimina
  6. NON CONOSCEVO QUESTO MODO DI CUOCERLI!!!
    che belli!

    RispondiElimina
  7. anche io li cuocio cosi..sono irresistibilemente buoni!!!!sai cosa aggiungo?un pezzetto di pepato invecchiato.uhm che sapore sublime!!!brava e baci

    RispondiElimina
  8. Mmmm!!! a casa mia i carciofi si mangiano a tonnellate, cucinati in tutti i modi... ma alle mie figlie manca quel gusto particolare ed unico della cottura alla brace, metodo molto comune e diffuso in tutta la Sicilia. Non ho la fortuna di avere il camino e non posso riproporre questa ricetta della tradizione come fai tu con la tua famiglia! Buonanotte Rosi

    RispondiElimina
  9. @ Pinar certe volte mi mancano quelle domeniche mattine
    @ Mela direi piu` della provincia che di Napoli ed anche del casertano, sono famosi quelli di Maddaloni!
    @ Iolosoperchecero Non sempre li trovo quando faccio la spesa e spesso hanno prezzi proibitivi!
    @D Qui grigio di aria frizzante ancora nonsenevede ma i carciofi li arrosto comunque.
    @ Federica confermo buonissimiiiiii
    @Alem E` anche bello stare li difronte al camino ad aspettare che sono pronti.
    @ Scarlett e Rosi Jo non sapevo si facessero anche in Sicilia eme lo ricordo il pepato invecchiato siciliano....

    RispondiElimina
  10. Quando accendo il camino, li faccio quasi sempre, ma avvolti nella stagnola e tuffati nella brace ed aggiungo qualche patata....una goduria!Un saluto!Syl

    RispondiElimina