domenica 19 maggio 2013

Ravioli di ortiche

Pare che Nabucodonosor, il famoso re babilonese, decise in giovane età di nutrirsi esclusivamente di ortiche al solo fine di divenire saggio.....


per preparare questa pasta vi servono 
due bimbi vogliosi di fare una passeggiata nonostante il tempo invernale di questi giorni....



per la pasta
un cestino di ortiche ...solo le cimette (circa 300g)
300g di farina 00
un uovo 
per il ripieno
400g di ricotta 
100g di pecorino romano e 100g g di caciocavallo grattugiati
un uovo 
sale e pepe 
un pizzico di cannella

per condire 
100g di pecorino romano e 100g g di caciocavallo grattugiati
50g di burro
sale e pepe 
un pizzico di cannella

ancora qualche cucchiaio di formaggio per lo spolvero



scegliere solo le cimette delle ortiche che si possono staccare con un guanto da giardiniere ed attenzione ad ospiti indesiderati....
sbollentare le cime di 500g  e tagliarle in piccoli pezzi 
preparare la pasta con la farina a fontana, l'uovo e le ortiche sgocciolate....siccome porteranno un sacco d'acqua aggiungere farina se necessario...
impastare a lungo, fare una palla e conservarla in frigo...io ho impastato il sabato sera ed abbiamo preparato la pasta il mattino successivo...


Preparare il ripieno sbattendo la ricotta con i formaggi, l'uovo e le spezie.
tiriamo la pasta in strisce sottili ....circa 1mm io ho usato la macchinetta,
sistemare il ripieno in ciuffetti, aiutandosi con una siringa per dolci,
chiudiamo bagnando con acqua la pasta tra gli interstizi e legando la sfoglia superiore....


tagliare i ravioli con una rotella e infariniamo sempre parecchio, che e` abbastanza appicicaticcio....


bollire i ravioli pochi minuti in una pentola capiente con acqua e sale,
mentre per condire si prepara una fonduta con burro formaggio grattugiato spezie ed un mestolino di acqua della pasta... 


ripassare i ravioli scolati nell sughetto di formaggio e spolverare a piacere...


le ortiche raccolte erano davvero tante per cui ho pensato di seccarle per preparami la tisana di ortiche 
il mio essiccatore e` davvero artigianale e consiste in una gabbietta della frutta ed una rete da giardiniere...


 basta seccare le ortiche all'aria sperando un un po di sole e 
depurarsi stando seduti in terrazza, di domenica mattina, con una bella tisana...


.....e ora andiamo che oggi c'e` il sole!

25 commenti:

  1. Buonissimi, brava. Aggiusta il titolo, manca una "a". Buona domenica

    RispondiElimina
  2. Ma sei sempre bravissima! mi piacerebbe provare a farli, l'ortica è un'erba buona e purtroppo si trova sempre meno.

    RispondiElimina
  3. Oggi è la seconda ricetta che trovo con le ortiche, questa tua e quella di Ornella. Che belle ricette!
    Sembra incredibile, ma qui in Giappone non c'è ortica. Parlando con delle amiche ho capito che non la conoscono neanche.
    Che bello avere degli aiutanti come i tuoi, ma penso che abbiano fatto solo gli assistenti.
    Buon fine settimana :)

    RispondiElimina
  4. Siamo andate per ortiche tutte e due..ma tu hai avuto due aiutanti meravigliosi!! E' la prima volta che le mangio e ho iniziato con le tagliatelle proverò senz'altro anche i vostri stupendi ravioli! Qui fa caldo, a quest'ora il termometro misura già 22°C..non so se è normale per queste zone ma mi fa piacere! Un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
  5. Non conoscevo l'ortica, che buon piatto, mi hai fatto venire fame, adoro la ricotta!

    www.hungrycaramella.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Buoni. Secondo te, con lo stesso impasto, si possono fare anche gli gnocchetti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Marta io farei gli gnocchetti con la ricetta degli gnocchetti e sostituirei parte dei liquidi con l'ortica......

      Elimina
  7. Bella ricetta, belle foto. Io amo preparare piatti con ortica.
    tanti saluti, Lu.

    RispondiElimina
  8. Ottima ricetta e due bimbi meravigliosi!!!
    Con affetto! Elena.

    RispondiElimina
  9. bellissimi quest ravioli, e stupenda la tua ortica, io la cucino spesso, in tanti modi...un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Mi hai fatto venire voglia di provare a fare i ravioli...non ne ho mai fatti, li ho sempre comprati già pronti. =)
    Daniela

    RispondiElimina
  11. Ravioli perfetti e carinissimi i tuoi aiutanti! ....scusa l'ignoranza, ma come si raccolgono le ortiche?....io con le ortiche ho fatto solo brutte esperienze....e non mi ha mai sfiorato l'idea di raccoglierle per mangiarle!.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con i guanti da giardiniere, solo le cimette e con molta attenzione!

      Elimina
  12. non le ho mai provate, mai cucinate mai essicate e pure sn piena di ortiche! quasi quasi ci provo! belli i tuoi ravioli! ciaooo

    RispondiElimina
  13. Quanto è buona l'ortica, i tuoi ravioli devono essere gustosissimi!
    Ora da noi c'è troppo inquinamento non si può più cogliere, che peccato...

    RispondiElimina
  14. devono essere buonissimi! qui da me li facciamo al contrario, mettiamo l'ortica lessata insieme alla ricotta per il ripieno, al posto degli spinaci, e poi l'impasto viene fatto di pasta all'uovo semplice. Belli questi verdi! :)

    RispondiElimina
  15. Devono essere buonissimi!!!!!

    RispondiElimina
  16. ora tu mi devi dire perchè da me quest'anno non è ancora nata l'ortica? ma ti sembra giusto? ho fatto la pasta con tutto, bietole, spinaci, carote.... voglio fare la minestra con le ortiche e non trovo l'ortica.... non c'è più religione... e nemmeno ortiche!!!
    bellissimi a burro e cacio, perfetti!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
  17. io vado matta per la pasta in generale (quindi anche ripiena) ma questi ravioli proprio mi mancavano, devono essere proprio appetitosi, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  18. Ciao Francesca, che belli i bambini-aiutanti-gioiosi, secondo me sono loro che danno il tocco in più a questi ravioli. Comincerò a mangiare ortiche, così iventerò saggia anch'io ;-)
    Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  19. buoni. Curiosa questa di Nabucodonosor e la saggezza. Anche Milarepa ne ha fatta una scorpacciata di ortiche...chissà che non diano davvero la saggezza!
    ...continuo a curiosare sul tuo blog
    saluti Su

    RispondiElimina