sabato 14 gennaio 2012

Voglia di chiacchiere

Queste le abbiamo preparate il fine settimana scorso sono venute fragrantissime e sono scomparse cosi` velocemente che ci tocchera` rifarle ed ora e` davvero tempo di chiacchiere
La ricetta e` presa da un vecchio sale e pepe ed avendone provate parecchie, per me e` la migliore e questa che fa venire le chiacchiere con tutte quelle fragranti bollicine in superfice.
Ingredienti
500g di farina
4 uova 
50g di zucchero
50 g di burro a temperatura ambienteun 
bicchiere di grappa
un pizzico di sale
zucchero a velo 
olio di arachidi per friggere (io ho usato meta` sugna e meta` olio di arachidi).

La ricetta originale suggerisce di fare l'impasto classico con la farina sulla spianatoia e gli altri ingredienti al centro. Esendo pigra ho infilato tutto nella macchina del pane ed azionato il programma di solo impasto 15 minuti, avvolto l'impaso nella pellicola siamo usciti per un passeggiata....
di ritorno abbiamo tirato la sfoglia il piu` sottil possibile con la macchina della pasta, tagliato le chiacchiere....e fritte. Ora la frittura e` un fatto delicato ed ogniuno ha le sue convinzioni ed abitudini...io che ero impaziente di provare la nuova sugna di mia madre ho usato  meta` sugna e meta` olio di arachidi....ma ogniuno faccia come crede.... cucinare e` bello per questo!
Fatte le chiacchiere si spolverano con zucchero a velo ed in questo io ho aiutanti bravissimi....ed anche assaggiatori.
Siamo passati direttamente dagli struffoli alle chiacchiere....lacrime di coccodrillo

15 commenti:

  1. che buone che sono, io le amo, le hai mai provate con lo zucchero semolato invece che quello a velo? Cade di più ma secondo me sono più rustiche mi ricordano la mia infanzia. Un bacione

    RispondiElimina
  2. Che favolose che sono, ho una voglia di chiacchere pazzesca, ciao

    RispondiElimina
  3. Qui si inizia in anticipo a fare i dolci di carnevale.
    Ne mangerei anch'io una grande quantità, ma non si deve.......Non si può......;-)
    Allora ti unisci a noi per le fettuccine dolci il 6 febbraio? Ti aspettiamo.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto studiando la ricetta .....
      Ciao francesca

      Elimina
  4. Siete state bravissime!
    Le voglio preparare anch'io. Ora confronto la tua ricetta con la mia, ma mi sembra uguale. L'unica differenza credo sia nella sugna che noi liguri non usiamo.

    RispondiElimina
  5. Posso fare una confessione? Non ho mai fatto le chiacchiere... questo Carnevale potrebbe essere l'occasione giusta per riscattarmi, intanto mi segno la tua ricetta!

    RispondiElimina
  6. Te la copio anche se ne ho una che non è niente male. Bravissima!!!

    RispondiElimina
  7. Si cambia citta', si cambia nazione ma la tradizione si porta sempre con se.Apprezzo persone come te che anche in luoghi diversi la tengono viva come segno di attaccamento alla propria terra.
    Complimenti

    RispondiElimina
  8. Mi piacciono tantissimo le chiacchiere (al mio paese natio le chiamano crostoli) e le preparo spesso a carnevale! Proverò anche la tua ricetta grazie!
    Per il lievito, cara Francesca ti rispondo anche qui: Il li.co.li (lievito a coltura liquida) è una pasta madre in versione liquida appunto. Di solito lo rinfresco ogni settimana ma se per qualche motivo non ho tempo per farlo, anche dopo un mese rimane ancora attivo. Basta solo rinfrescarlo, cioè aggiungere ugual peso di farina e di acqua, qualche volta in più e riprende alla grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lievito liquido....io ho il lievito madre della mia panettiera e non credo lo cambiero`. Ma mi studio la cosa perche` ho letto da qualche parte che si puo` trasformare la pasta madre in lievito liquido....
      grazie
      Francesca

      Elimina
  9. Lascia perdere...ho la circonferenza vita che assomiglia direttamente ad un krapfen ripieno di crema, il che per il periodo si adatta alla grande, se non fosse che fra poco i pantaloni smetteranno di chiudersi....ed io con un vassoio di cenci appena sfornati sulla scrivania, rimuovo i sensi di colpa col bianchetto! Felice di conoscerti. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  10. beh con la sugna sono molto più saporite :_))

    RispondiElimina
  11. Hai fatto venir voglia di chiacchiere anche a me! Le farò presto utilizzando la tua ricetta e la sugna appena fatta di mia suocera.
    Mi piace il tuo blog, le tue ricette e le passeggiate all'aria aperta che racconti con le tue bellissime foto...
    A presto
    Alfonsina

    RispondiElimina
  12. Proverò a farle, a mia figlia maggiore piacciono moltissimo :) tra l'altro a Milano quelle buone costano una cifra spropositata, nel weekend mi cimenterò!

    A proposito della gravidanza canina, non c'era traccia di cuccioli nel pancino! Un sospiro di sollievo e ti rispondo qui perchè voglio fare un post sulla sala d'aspetto della clinica: era pieno di padroni suonati!

    Ancora buonissimo compleanno!

    RispondiElimina